I’ TE VURRIA VASÀ

Tra le moltissime interpretazioni date di questo brano del 1900, creato da Vincenzo Russo, Eduardo Di Capua, Alfredo Mazzucchi, rifulge questa esecuzione di Gigi Finizio,ove si fondono magnificamente tre elementi: il sax alto,il pianoforte e la voce del cantante,dalla  sinuosità canora dei vicoli di Napoli. Il risultato di grande pregio è completato dall’inserimento della seconda strofa – molto toccante,a parer mio – quasi sempre omessa da altri interpreti.

💗        (9 Novembre – notte)

4 pensieri riguardo “I’ TE VURRIA VASÀ

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...