Una vecchia mosca a Dicembre

PSX_194

Una mosca arrancava sulla convessità verticale di una tenda. Si muoveva a tratti,andando ora verso l’alto,ora verso il basso ma perlopiù,stava ferma. Certo,volare per lei era ormai un’azione faticosa,non riconoscibile in quelle incursioni fastidiose tipiche della sua specie, combattuta in vari modi per limitarne la presenza. Adesso essa stava lì, impacciata nel volare via a un tentativo di volerla afferrare!Pure se può sembrare paradossale ed esagerato,provavo una compassione al guardarla,una sorta di pietà per la sua fragilità  propedeutica alla fine. Ho cercata una spiegazione per quella “anginosa sensibilità” che aveva preso forma in me; e forse una risposta sta in un riflesso rivelatore dell’atletica  uccellante di tutte le cose,che sopraggiunge dietro al prorompente Aprile…

9 pensieri riguardo “Una vecchia mosca a Dicembre

  1. Attento Mario, la troppa sensibilità porta all’empatia e la troppa empatia potrebbe condurti in una situazione kafkiana e una mattina ritrovarti trasformato in un’enorme mosca immonda 🕷 Brrrrrrrrrrr 😲 Un saluto! 😀

    Piace a 2 people

    1. Ogni mezzo di locomozione dev’essere provvisto di un manubrio,caro Gennaro; così,per le strade del personale, non del tutto cognitivo, sentire potremo evitare di eccedere,nell’uno o nell’altro senso – intendo una disarmante permeabilità o una cinica impassività. Grazie per il gradito commento! A presto, Jennarì!🖐️😊

      Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...