Scatti d’icona

Nel commentare un qualsiasi fatto,”dobbiamo” sempre cercare di essere obiettivi e doverosamente imparziali. Quel che è accaduto a Piazza S. Pietro la sera di S. Silvestro,è immancabilmente alimento per i notiziari del pianeta,con aggiunte ad libitum di ogni tipo e colore,con schieramenti pro e contro. Ciò che invece è essenziale rilevare, non viene sufficientemente sottolineato: sono pochi punti di osservazione,che concernono la Temperanza, l’Educazione al Rispetto, la decapottazione di ruoli ecclesiali dogmatici incredibili nella loro applicabilità reale. Il gesto della donna – che in quella fredda sera di qualche giorno fà affollava la Piazza vaticana,e che costituiva un frammento dei fedeli presenti – è da ritenersi certamente non curato di considerazione (per il soggetto/Papa,ultraottantenne),né composto da delicatezza ma piuttosto frutto di un’esuberanza fuori luogo,condita di un pò di quel fanatismo popolare,debordante le elementari forme di riguardo, e con buona pace del costume “no limits”,da censurare; l’altra osservazione va a Lui, il Papa,calco di una bonomìa di gesso, il Pontefice infallibile,prodigo fino alla noia di asserzioni  su un’ecumenica tolleranza! La quale però si schianta con impulsiva fragilità nell’impatto con una “sorella” scriteriata e senz’altro pure meritevole della riprensione del manesco Bergoglio!

Ricordando le “cronache” di un altro tempo, duemilaventi anni orsono, a Gerusalemme, Cristo Gesù [entrò nel tempio e si mise a scacciare coloro che vendevano e compravano;rovesciò le tavole dei cambiavalute e le sedie dei venditori di colombi; e insegnava dicendo: Non è scritto ” la mia casa sarà chiamata casa di preghiera in verità, per tutte le genti”? Ma voi ne avete fatto un covo di ladroni!] (Marco,11,15- 19) Il paradigma cristiano del porgere l’altra guancia non significa dunque cieca attuazione.

Pensare:il disappunto, l’Ira di quell’Uomo di Nazareth aveva un motivo indubbiamente meno labile di quanto non fosse quello del Papa – si poteva controllare anche con un icastico “Ahi” la presa importuna – e di sicuro ben più fondata ragione:dato che il Cristo tacciava gl’ipocriti …

 

 

5 risposte a "Scatti d’icona"

  1. La pazienza la perdono anche I santi, le scuse non sono bastate e il meccanismo quando parte è difficile fermarlo. Inoltre un uomo di Stato di 83 anni ha tutto il diritto di stizzirsi di fronte ad uno strattonamento.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...