ATTORNIATI




Sentire attorno un mondo carente, superficiale, fastidioso, avvertire una profonda debolezza di spirito e disadattatezza d’idee dal circostante, potrebbe essere una sensazione generata da una serie di proporzioni personali;

ma quando dati registrabili ripercorribili con il supporto della comparazione di incidenza colla realtà, quando la fisionomia ha chiari i tratti della peggiore verità,allora non si tratta di una speculazione soggettiva ma di oggettività.

La nostra esistenza temporale è al giorno d’oggi comprovatamente organizzata da vertici di potere e industriali, ambigui, corrotti, senza scrupoli, invasa da metodi persuasivi occulti – come lo è la pubblicità,che obbliga il consumo di ogni tipo – , come lo sono le gestioni delle comunità soggette a leggi infiocchettate al pari di regali per il popolo, quando invece esse sono precise ruote di un ingranaggio di ruvido interesse unilaterale; la riservatezza (detta con più esaltazione “privacy”) viene oltraggiata sistematicamente con la presenza di supporti che hanno la pretesa di essere funzionali alla quotidianità fornendo un’ evoluta tecnologìa,assurdamente rivaleggiante con il cervello biologico: perché le organizzazioni imprenditoriali sostengono che l’uomo del XXI secolo ha bisogno di Alexa, Echo, Siri, Google etc. e così le false esigenze si sostituiscono alle vere necessità, destrutturando i valori, cambiando le regole, abbaiando alla genesi della normalità, sclerotizzando gli occhi su “progresso e moderne vedute”, riducendo la serietà a una barzelletta, raccontata da fannulloni a chi fannullone lo diventerà a sua insaputa semplicemente seguendo!

[Benché gli stemmi sui barconi di solidarietà,accoglienza, generosità,fraternità,pace].

Questi “modelli di civiltà” vengono messaggiati da radio,televisione, web, col risultato di diffondere – per la maggior parte dei casi, salvo rare eccezioni – un’ eccitazione alla compulsione, in una fiera del ridicolo,dell’ irreverente, del contorto, del diseducativo,dell’inconsistente,del brutto! Questo stato di cose non fà la ragione di vivere con soddisfazione, con benessere e bellezza! Ma se queste cose sono sotto il cielo è perché sono nate in terra: Rainer Maria Rilke scrive: “Questa umanità che ha maturato la donna nel dolore e nell’umiliazione,vedrà il giorno in cui la stessa [donna] avrà fatto cadere le catene della sua condizione sociale”; ecco un punto di fondamentale riferimento da traslare da ciò che letteralmente intendeva il teosofo: se “la donna” cioè l’essere umano, continua a “gradire quelle catene” senza avere voglia di scrollarsele di dosso a causa di una compiacenza indolente, copiativa, farsesca, pigra, che tollera l’intollerabile, che lo porta a condividere lo squallore poiché altri lo fanno, che non relega un altro genitore assassino, che non mette all’indice un criminale il quale non ha rispetto per il prossimo, solleticandolo all’ uso di una chimica dalla quale farlo poi dipendere, che non sanziona un pedofilo, ed ogni malvivente, anzi accogliendo questi individui senza differenziarli tra i componenti sani del consorzio umano, e anche quando accetta con disinvoltura ogni novità, piuttosto che domandarsene la intrinseca perniciosità, arreso a un sonno mentale, (un pò da illuso, un pò da manigoldo),

allora “la colpa caro Bruto,non è da ricercare nel nostro destino ma in noi stessi” (William Shakespeare).

4 risposte a "ATTORNIATI"

  1. La tua disamina è impeccabile e la condivido.
    Confesso di praticare poco il mondo esterno per i motivi che adduci. Aggiungo che il pettegolezzo ( da 10 anni abito in un paese) è stato eletto a sistema e tutti gli approfondimenti che inducono a pensare o le iniziative che hanno lo stesso fine sono relegati in un cantuccio e rifiutati.
    Mi solleva leggere qui il mio steso punto di vista.
    Grazie per la chiarezza espositiva

    Piace a 1 persona

Rispondi a gianmarco groppelli, hillbilly Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...