L’Italia amministrata da ladri favoreggiatori di ladri

I prezzi occultati: quante volte vi sarà capitato di recarvi in farmacia per comperare ad esempio, un prodotto di sostegno, un “integratore” come recita la dizione squallida e coatta riferita anche all’odierno panorama dei prodotti farmaceutici e parafarmaceutici; ebbene, acquistato che avete l’articolo,qualunque esso sia, da banco o non da banco, vi potete ragionevolmente chiedere a che prezzo l’avete comperato: non lo saprete! Perché un regolamento tortuoso, messo in circolazione già ormai da tanto tempo, consente di non esporre con la dovuta chiarezza ed onestà transattiva, il costo di ciò che avete comprato! Potete fare i vostri calcoli, intuire, si, ma sempre nella nebulosità, perché sulla confezione e sul “documento commerciale”- lo scontrino – la legge italiana non prevede e impone che sia riportato il corrispettivo economico unitario e nominale del venduto! Cialtroni sono indicabili con tanto di “Codice Fiscale” ; tutti coloro che hanno voce nell’ amministrazione di questa barca di ladri! La formulazione di “Libero Mercato”, è strategica e al massimo attuabile tra un paese e un altro, non all’interno di una stessa Nazione!

Dal più alto papavero, al più piccolo fiorellin del prato, sono tutti còrrei e complici di ruberìe che hanno sempre causata la malattia dell’Italia (ora,si dirà,giustamente, che se Atene piange, Sparta non ride; ma noi parliamo di casa nostra).

L’Inno di Mameli – che “qualcuno” desidera intitolare «Il canto degli italiani» – dice nei suoi versi che “l’ Italia s’è desta” : certo è che per il loro interesse, ogni italiano dovrebbe darsi la sveglia in una compattezza tendente non dico all’avventura fecondata e abortita in una notte di Dicembre, da Junio Valerio Borghese, un colpo di Stato: ma almeno dovrebbe votarsi a una ferma protesta, pregna di effetti (come l’astensione popolare,unita, dal pagare gabelle e tasse, l’organicità nel boicottare le molte imposizioni di regime, a vari livelli ,ad esempio la pretesa di pagare un solo prezzo per i programmi televisivi, sovrabbondanti di pubblicità,i cui proventi si concentrano in un unico bottino detenuto dall’erario; la tariffa sui rifiuti: che invadono le strade e appestano le estati,in particolare ma anche gli inverni)!

Avrete sentito la solfa di ogni onorevole: “Per il bene del Paese”; ecco, per il bene dell’Italia, si deve fare la guerra: ai bugiardi, agli imbroglioni, ai ciarlatani, ai prostituti e alle prostitute di Stato, ai ladri di giorno, appunto. Lo Stato combatte la Mafia perché vi è tra loro due la concorrenza!

2 risposte a "L’Italia amministrata da ladri favoreggiatori di ladri"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...