COLTIVATORI DI FIORI DI LOTO

Tracce di passi sul fango senza tracce,

lebbra che accotona i capricci del mondo,

un mondo ricco che ha perso la sua vòlta preziosa…

chi mai consolerà le dita senza tempio per pregare…

ci sono fiumi scuri di sogni annegati,

ci sono bombe che vorrebbero scoppiare vindici e nemesi, ma non ci sono uomini celesti capaci di voler vincere e le croste fanno il caso irrisolto…

un’ombra lunga di prostitute

che non vorranno mai che sorga come un’alba,

un cilicio:

non sono esse propense

ad essere coltivatrici di fiori di loto,

e fanno bene

quel che fanno male,

e posano su una bilancia bugiarda

la loro dignità!

In troppi ormai vogliono il sole che brucia ma senza illuminare… ora ambiscono a mense ove il cibo è già digerito e diviene battesimo dalle facce opposte…

la pioggia lavatrice non irrora… la pioggia larga orientale estesa come una piaga sorta dalla stoltezza e dal delitto, ecco quale sortilegio uguale per i colpevoli e gli innocenti!

Ma questi ultimi non si troveranno il mondo finito

sotto i piedi:

perché non lo vorranno così!

(MAS author of the poetic text)

© Copyright

Weiss,preludio in C minore “on the baroque lute” – tiorba David Miller.

4 risposte a ""

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...